Categoria riguardante solo il Museo Enrico Butti

per video Lavoratore

PRESENTAZIONE DEI RESTAURI DELL’OPERA DI ENRICO BUTTI “IL LAVORATORE

A cura di Ignazio Campagna

Presentazione dei restauri: Bruno Giacomelli

Museo Enrico Butti, dall’11 giugno 2016

L’opera “Il lavoro”, modello in gesso in dimensioni al vero, per la sepoltura Testoni al Cimitero Monumentale di Varese, viene esposto per la prima volta al museo, dopo un impegnativo ed accurato restauro realizzato dalla ICSA di Giacomelli.

Inaugurazione sabato 11 giugno 2016, ore 17.30

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00

per video Lavoratore

 

 

Foto manifesto Martini

PASQUALE MARTINI. Oltre la materia: Forme e simboli

A cura di Ettore Ceriani e Ignazio Campagna

Presentazione di Ettore Ceriani

Museo Butti dal 2 al 31  maggio 2015

Inaugurazione sabato 2 maggio 2015, ore 17.30

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00–18.30, sabato 9.30-12.00 e 14.00–18.30, domenica 16.00–19 .00

Sabato 2 maggio 2015 lo scultore Pasquale Martini sarà al Museo Butti di Viggiù. Saranno esposte 20 opere che percorreranno 40 anni di lavoro dell’artista. I materiali prediletti di Martini sono sempre stati i Marmi bianchi di Carrara e quelli neri del Belgio, il Porfido di Cuasso, le Pietre gialle come quella di Vicenza e della Maiella, grigie come quella di Aurisina e rosse come quelle del Furlo. Oltre all’utilizzo del bronzo lo scultore si avvale ultimamente anche di nuovi materiali come il filo di rame e i vetri  assemblandoli con materiali diversi tra di loro creando cosi forme nuove libere da schemi prestabiliti e preconfezionati. Martini navigando con le sue forme plastiche e con sequenze scultoree ha affinato la sua lunga ricerca con temi e riferimenti antropomorfici. L’artista è approdato lentamente a soggetti liberi da schemi arcaici, declinando cosi una ricerca personale che raggiunge nelle ultime  produzioni un formato leggero e concettuale come Metamorfosi del 2012. In queste opere invita il fruitore ad una libera e appassionata analisi sul mondo contemporaneo. Il lungo percorso artistico di Pasquale Martini spazia tra una simbologia primordiale e una concretezza materica.

Ignazio Campagna

Acquaforte e Acquatinta su zinco 198

GIANCARLO SANGREGORIO: INCISIONI

Acquaforte e Acquatinta su zinco 198

Acquaforte e Acquatinta su zinco 1985

a cura di Ignazio Campagna e Ettore Ceriani

Inaugurazione:  sabato 21 giugno, ore 17.00

Museo Butti dal 21 giugno al 20 luglio 2014

Orario d’apertura: feriali 14-18.30 - sabato  9.30-12/14-18.30 – domenica 16-19 - chiuso lunedì

Tre monotipi acquarellati, ventiquattro incisioni (a volta integrati con puntasecca o acquatinta) ed una scultura referenziale offrono una valida testimonianza del percorso creativo di Giancarlo Sangregorio, artista fra i più significativi del dopoguerra nel campo della scultura.

Nell’insieme i lavori delineano in modo propedeutico lo sviluppo della sua poetica, dagli inizi alla fine. I primi lavori sono infatti datati 1956 e gli ultimi 2011.

Artista attento alla vicenda umana, nelle opere grafiche, così come nella singolare vicenda scultorea, Sangregorio dimostra di saper comunicare con sicura immediatezza le sue sensazioni, in virtù di una non comune capacità di leggere il dato naturale e di una visionarietà che lo porta a cogliere gli aspetti vitali e la forza creatrice, semplice e vigorosa, della sua immanenza.