Mostra in corso

Mostre in corso presso i Musei civici Viggiutesi.

Manifesto STRADAr

ELENA STRADA. Tracce e ossessioni

A cura di Claudio Cerritelli

Museo Enrico Butti, dal 25 marzo al 23 aprile 2017

 Al Museo Butti di Viggiù ha inizio la stagione espositiva 2017 con una rassegna di opere della pittrice: Elena Strada.

Questa è la quarta presenza dell’iniziativa espositiva nata nel 2014 che vede protagonisti gli ex allievi di Brera, del pittore Gottardo Ortelli, tutti presentati dal critico d’arte Claudio Cerritelli. Elena Strada presenta una quindicina di elaborati materici realizzati di recente per questa mostra a Viggiù. L’artista riversa sulle grandi superfici emozioni filtrate attraverso la sua ricca tavolozza e mescolate con impeccabile indagine tecnica per indagare una realtà difficile da bloccare. I titoli proposti non sono altro che spunti per navigare verso cromie nuove organizzando così uno spazio compositivo inedito e personale. Le macchie di colore si inseguono facendo trapelare sezioni di immagini iconiche e informali lasciando al fruitore il compito di addentrarvisi per leggere un racconto velato e mai espressamente dichiarato. I.C.

Inaugurazione sabato 25 marzo 2017, ore 17.30

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00

per video STRADA

ART BONUS-page-001

Art Bonus

Cari amici e concittadini, lo Stato italiano, con il D.L. 31 maggio 2014, n. 83 “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”, chiamato anche semplicemente Art Bonus, ha determinato una vera svolta, nell’ambito culturale italiano. Per molti anni il mecenatismo culturale, ossia l’erogazione da parte di soggetti privati di somme di denaro a favore di determinati progetti culturali, così come è diffuso tanto nella vicina Svizzera quanto negli Stati Uniti (dove rappresenta una delle maggiori fonti di finanziamento) in Italia non si è potuto sviluppare fondamentalmente per due ragioni: una di tipo fiscale, in quanto la legge non agevolava questo tipo di donazione, la seconda è di tipo culturale, dove manca un po’ la voglia personale di prendersi carico della gestione dei beni pubblici.

Col progetto Art Bonus si cambia rotta dando ai Comuni il compito di individuare progetti emblematici e importanti a cui dedicare le eventuali donazioni; diversi sono quelli individuati dall’Amministrazione Comunale: il restauro di alcuni modelli in gesso dei musei viggiutesi e la ristrutturazione della casa dello scultore Enrico Butti.

Sarà così possibile, da parte di qualsiasi soggetto, sia esso persona fisica o giuridica, destinare qualsivoglia somma ai progetti culturali individuati dal Comune, recuperando buona parte delle somme investite nei successivi tre anni. …

News

Notizie relative ai Musei civici Viggiutesi.

manifesto-i-biennale-d-arte-giovani-2016-page-001

I BIENNALE D’ARTE GIOVANI 2016

Museo Enrico Butti, dal 19 novembre al 18 dicembre 2016

 

siamo lieti di invitarVi alla I Biennale d’Arte Giovani 2016 sabato 19 novembre 2016 alle ore 11.00 al Liceo Artistico Statale “Angelo Frattini” di Varese, presso lo spazio espositivo NONMUSEO, con la presentazione della prof.ssa Stefania Barile; siete invitati anche alla seconda inaugurazione, sempre sabato 19 novembre, presso il Museo Butti di Viggiù alle ore 17.00. Saranno presenti venti artisti con due opere cadauno divise tra le due sedi museali. Esporranno studenti del Frattini che hanno intrapreso gli studi, anni fa, presso le Accademie di Brera, Carrara e Bologna e la Scuola di teatro di Milano e quella del Cinema e del Fumetto per presentare il frutto del loro lavoro. Le tecniche espressive usate saranno disparate: rappresentazioni pittoriche, scultoree, illustrazioni, fumetti e video si dipaneranno tra passato, presente e futuro mostrando la ricerca personale di ogni singolo artista. La mostra si concluderà il 18 dicembre 2016. Vi aspettiamo numerosi.     I.C.

Inaugurazione sabato 19 novembre 2016, ore 17.00

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00

manifesto-gatti-r

Luciano Gatti

 Per mare e per segno, indizi di lettura

 A cura di Ignazio Campagna, presentazione di Luigi Cavallo

Museo Enrico Butti, dal 15 ottobre al 13 novembre 2016

 per-video-gattiSi inaugura il 15 ottobre alle ore 17.30 a Viggiù, all’interno del Parco Enrico Butti, nello spazio destinato alle esposizioni temporanee che fu un tempo lo studio dello scultore viggiutese, la mostra personale del pittore e incisore Luciano Gatti. L’esposizione avrà per titolo: Per mare e per terra, indizi di lettura. Saranno presentati numerosi elaborati pittorici a olio su tela e su carta dai temi e dai colori molto suggestivi.

Le tematiche che l’artista proporrà tratteranno il mondo marino e quello terrestre e in particolare quei soggetti che spesse volte non sono visibili al comune occhio umano. L’artista delicatamente invita a una lettura di questo mondo in immersione ed emersione sia dal mare sia dalla terra in un dualismo di perfetta sintonia e di convivenza possibile. Le trasparenze pittoriche, che Gatti propone in questa esposizione, ci suggeriscono leggerezza, eleganza e un lirismo singolari. L’acqua viene realizzata con  trasparenza cristallina facendola vibrare in uno spazio illusorio che l’artista connota come  forza autonoma, come primo elemento della vita sul nostro pianeta; l’elemento fluido scivola attorno e insieme ai soggetti della composizione. Il disegno sapiente dell’incisore, veicolato dalla propria tavolozza e con il supporto di graffiature che fanno trapelare i colori sottostanti, costruisce i suoi soggetti, siano essi terrestri o marini, comunicando una forte espressione visiva e catturando lo sguardo.

L’artista sarà presentato dal critico d’arte Luigi Cavallo. Catalogo al Museo.                                                                    I.C.

Inaugurazione sabato 15 ottobre 2016, ore 17.30

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00

Manifesto PasqualiR

PIETRO PASQUALI – ALTROQUANDO

A cura di Ignazio Campagna

Presentazione di Claudio Cerritelli

Museo Enrico Butti, dal 18 Settembre al 16 Ottobre 2016

Pietro Pasquali sarà presente al Museo Butti di Viggiù dal 18 settembre al 16 ottobre 2016. La terza mostra programmata al Polo Museale Viggiutese, inerente alle iniziative per ricordare la figura di Gottardo Ortelli, maestro anche di Pietro, è intitolata Altroquando e porta alla visione del pubblico degli ultimi elaborati dell’artista bergamasco, appositamente realizzati per il Museo Butti. Le tele di Pasquali, sagomate in forme pensate per uno spazio non convenzionale, si proiettano su pareti verticali che al nostro occhio perdono di ortogonalità per percorrere nuove strade percettive. Ci invitano a lasciare lo spazio consueto dove il supporto pittorico si rinnova in continua evoluzione riproponendosi come nuova entità comunicativa. Pietro Pasquali attraverso l’analisi personale delle sue tele e con uno studio ingegnoso dell’effetto visivo 3D dà vitalità al pigmento pittorico che attraverso la tavolozza acquista forza luminosa e tridimensionale per proiettarci verso una dimensione spaziale non conosciuta.                                                                  I.C.

Inaugurazione domenica 18 settembre 2016, ore 11.00

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00

per video Lavoratore

PRESENTAZIONE DEI RESTAURI DELL’OPERA DI ENRICO BUTTI “IL LAVORATORE

A cura di Ignazio Campagna

Presentazione dei restauri: Bruno Giacomelli

Museo Enrico Butti, dall’11 giugno 2016

L’opera “Il lavoro”, modello in gesso in dimensioni al vero, per la sepoltura Testoni al Cimitero Monumentale di Varese, viene esposto per la prima volta al museo, dopo un impegnativo ed accurato restauro realizzato dalla ICSA di Giacomelli.

Inaugurazione sabato 11 giugno 2016, ore 17.30

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00

per video Lavoratore

Manifesto TavernariR

VITTORIO TAVERNARI AL MUSEO BUTTI DI VIGGIU’

Invito TAVERNARI V

A cura di Ignazio Campagna

Presentazione di Flaminio Gualdoni

Museo Enrico Butti, dall’11 giugno al 16 luglio 2016

 

Vittorio Tavernari al Museo Butti di Viggiù: questo è il titolo che Flaminio Gualdoni e Carla Tavernari hanno scelto per la mostra dello scultore varesino.

Dopo un’accurata analisi delle opere presenti nell’Archivio Tavernari, vengono esposte a Viggiù, in quello che fu il laboratorio del Butti, sette sculture e ventidue disegni, molti dei quali inediti, realizzati con tecniche miste. Per la prima volta le opere di un artista, presente nella sede espositiva del Museo Butti, vengono esposte anche all’interno della Gipsoteca come in una sorta di dialogo tra chi è di casa e chi invece è ospite.

Il vigore grafico e la forza espressiva di Tavernari emergono e si dipanano attraverso una lettura graduale delle singole opere plastiche e grafiche. Tutti i suoi elaborati indagano l’animo umano attraverso la modellazione dell’argilla, del gesso e del cemento, l’incisione su legno e la fusione in bronzo. Oggi Tavernari ci dona disegni, tempere e carboncini di grande forza comunicativa e sintetica tendenti per alcuni versi all’astrazione.

Flaminio Gualdoni, attento studioso del percorso artistico dello scultore, presenterà la mostra l’11 giugno alle ore 17.30 al Museo Butti di Viggiù: sarà una nuova occasione per conoscere o approfondire l’opera di Tavernari, storicizzato dalla critica tra gli esponenti significativi dell’arte italiana del ‘900. (I.C. e C.T.)

Inaugurazione sabato 11 giugno 2016, ore 17.30

Orari d’apertura:

da martedì a venerdì 14.00-18.30 sabato 9.30-12.00 e 14.00-18.30 domenica 16.00–19 .00